Crollo strutturale delle ringhiere condominiali

Pubblicato da Raffaele Bisogno il 11/07/2017

Il locatore è responsabile per la caduta dell'inquilino a causa del crollo del parapetto del balcone purchè si verifichi per un uso improprio dello stesso da parte del conduttore e nonostante il divieto di accesso ad esso contenuto nel contratto.Durante una festa in un appartamento concesso in locazione e ubicato al quinto piano di un condominio, un ragazzo cade a causa del suo cedimento. Leggi tutto...

Liti in condominio: perché sono così frequenti? La hit parade dei motivi

Pubblicato da Andrea Pastore il 20/06/2017

Vi è una grande certezza quando si mette piede per la prima volta in un condominio: “Prima o poi qualcuno litigherà”. L’augurio che segue immediatamente è: “Spero che quel qualcuno non sia io”. Leggi tutto...

Posteggio delle biciclette nelle aree condominiali

Pubblicato da Raffaele Bisogno il 13/06/2017

Un sentenza del 2013 ritorna a parlare della differenza tra modifiche condominiali ed innovazione delle parti comuni negli edifici, affermando che l'installazione, su parte di marciapiede condominiale, con l’aggiunta di rastrelliere per il posteggio di biciclette, non impendendo in alcuno modo il passaggio dei condomini, fa parte delle disposizioni che può operare l'amministratore, non costituendo innovazione o reato. Leggi tutto...

La rappresentanza processuale

Pubblicato da Raffaele Bisogno il 31/05/2017

Ai sensi dell’articolo 1131 del codice civile, l’amministratore può agire sia contro i condomini sia contro terzi. A norma dell’articolo in parola, l’amministratore rappresenta il condominio anche sotto il profilo processuale (si discorre in tal caso di rappresentanza istituzionale o organica, per il fatto che il condominio è un ente sprovvisto di personalità giuridica ma soprattutto sprovvisto di capacità giuridica). Leggi tutto...

Ripartizione spesa del portierato

Pubblicato da Raffaele Bisogno il 23/05/2017

Le spese del portierato si ripartiscono, di solito in base alle quote millesimali di comproprietà dei condomini. La cassazione, con sentenza n. 5081 del 30/05/1990, ha affermato che le spese di portierato vanno ripartite fra i condomini in base alla quota millesimale di comproprietà, ove manchi una diversa convenzione, e che i criterio esposto va applicato a maggior ragione, quando il regolamento di condominio prevede espressamente che le spese di cui trattasi, vanno ripartite secondo la tabella millesimale di comproprietà. Leggi tutto...